Comune di Adro

Il calendario: date mobili

Quaresima

( Quaresima)

  • Carte tematiche
    [ Cibi -ieri-][ Esecuzioni sacrifici e supplizi simbolici] [ Fuochi e falò]
    [ Giochi e gare -ieri-] [ Processioni e riti religiosi] [ Scherzi -ieri-][ Strepiti -ieri-]

    Le Ceneri

  • Prima dell'inizio della Quaresima si accende un fuoco benedetto fuori dal sagrato della Chiesa sul quale vengono bruciati rami d'ulivo. Le relative ceneri vengono utilizzate per benedire i fedeli nel primo giorno di Quaresima (mercoledì delle Ceneri).

    Il Rito dei Mattutini

  • A Adro, in Quaresima, il rito dei Mattutini consiste in questo: sull'altare è posto un grande candelabro a forma di piramide che contiene numerose candele. Il sacerdote invita i fedeli a pregare assieme e spegnendo ad ogni preghiera le fiammelle di certe candele fa disegnare alla luce di quelle che rimangono accese sempre nuove figurazioni.

    Giochi di Mezza Quaresima

  • Nel Giovedì Grasso di mezza Quaresima a Adro, molto tempo fa, si praticava il gioco della rottura della pentolaccia: in cima a un palo di circa 30 metri d'altezza, detto Palo della cuccagna, cosparso di grasso e olio, venivano appese delle pentole di terracotta: alcune di esse contenevano cenere altre salami. I partecipanti alla gara dovevano riuscire ad arrampicarsi sino in cima al palo e, giunti lassù, dovevano rompere a colpi di bastone una pentola. I più fortunati si aggiudicavano i salami, gli altri venivano cosparsi di cenere.

    Il Rogo della vecchia

  • Oggi nel Giovedì Grasso di Mezza Quaresima si pratica ad Adro il rito di bruciare la vecchia: la gente del paese costruisce una specie di spaventapasseri di grandi dimensioni che viene vestito con gonne rattoppate, fazzoletti dai colori scuri e altri abiti smessi. Lo spaventapasseri, che ha le sembianze di una vecchia contadina, viene innalzato su un palo ed è bruciato alle prime ore della sera di fronte a un'enorme folla. Spesso il rito si compie anche a livello familiare nei giardini di certe case private. Ad Adro la cerimonia prende anche il nome di rito della Primavera. La vecchia prima di morire non fa testamento.

    I Matahii' de le ure

  • Circa cinquant'anni fa, a metà Quaresima, veniva praticato ad Adro un altro rito giocoso denominato in dialetto i Matahiì de le ure : nei prati, nelle strade e all'oratorio i bambini si divertivano a rincorrersi impugnando un rozzo strumento di legno dalla forma circolare che facevano rapidamente vorticare fino a fargli emettere un suono gracchiante. In quei tempi a Adro, durante la Quaresima, si era soliti preparare un pane a forma di bambola, ma oggi questa usanza è stata dimenticata. Inoltre, sempre in Quaresima, i bambini ritagliavano particolari figure di carta con le quali abbellivano l'Oratorio e l'interno delle case, ma anche questa tradizione appartiene ormai solo ai ricordi.

     

.